AcegasAps costretta al reintegro


aps-reintegro

Dopo quasi cinque anni di vertenze e lotte arriva finalmente il reintegro. Quattro lavoratori, seguito da Adl Cobas, di una cooperativa che operava per AcegasApsAmga hanno infatti vinto la causa al Tribunale di Padova e ora dovranno essere riassunti dall’azienda che gestisce i servizi pubblici in città, ricevendo le contribuzioni dovute oltre al risarcimento delle sopese di lite.

I quattro, tutti di origine nigeriana, lavoravano per una cooperativa che svolgeva dei lavori di pulizia nel centro storico per conto di AcegasAps (prima dell’ulteriore fusione con il gruppo Hera). Pur lavorando di fatto alle dirette dipendenze dell’azienda, erano assunti dalla cooperativa che svolgeva puro lavoro di intermediazione, senza per altro applicare il contratto nazionale Igiene Ambientale Federambiente. Dopo l’apertura della vertenza con la cooperativa, nel 2011 i lavoratori erano stati licenziati perchè AcegasAps non aveva rinnovato il contratto d’appalto.

Lavoratori e sindacato però non si sono fermati e si sono opposti al licenziamento, sulla base che di fatto la cooperativa svolgeva solo funzioni di intermediazione e quindi i quattro potevano essere considerati a tutti gli effetti dipendenti dell’azienda committente.

Dopo quattro anni è arrivata la conferma di questa posizione in sede giudiziale: il giudice ha quindi condannato AcegasApsAmga al reintegro e a a corrispondere ai lavoratori, a titolo di risarcimento «la somma corrispondente alle retribuzioni globali dovute a partire dal 13 gennaio 2012 alla  data di ripristino del rapporto, con interessi legali e rivalutazione monetaria; condanna inoltre Acegas a corrispondere ai ricorrenti le differenze tra quanto percepito a titolo retributivo e quanto dovuto in applicazione del Ccnl  a far data dal primo settembre 2009; condanna Acegas a rifondere le spese di lite, oltre Iva, Cpa e spese generali».

Un successo per i lavoratori, arrivato però molto tardi rispetto ai fatti, e dopo un lungo e complicato iter che non sempre tutti sono disposti a intraprendere.

, , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)